PARODONTITE E CARIE: RITARDARE LA CURA PUO’ ESSERE LETALE PER I NOSTRI DENTI | Dentista Dott.ssa Gallavotti
799
post-template-default,single,single-post,postid-799,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
 

PARODONTITE E CARIE: RITARDARE LA CURA PUO’ ESSERE LETALE PER I NOSTRI DENTI

PARODONTITE E CARIE: RITARDARE LA CURA PUO’ ESSERE LETALE PER I NOSTRI DENTI

La parodontite (o malattia parodontale) è il più comune disturbo odontoiatrico che può derivare da una scarsa o scorretta igiene orale e si manifesta inizialmente con una infiammazione profonda delle gengive, causata dai batteri presenti nella placca dentale non adeguatamente rimossa. Una delle malattie parodontali più diffuse è nota in gergo con il termine piorrea, e si innesca partendo da una semplice infiammazione gengivale. Se non curata e perseverando nella insufficiente igiene orale, essa può sfociare in una vera e propria infezione, che può essere indotta anche dal consumo eccessivo di alcolici o dall’essere fumatori accaniti.  

 

I rischi di una malattia parodontale trascurata

Oggi sono almeno dieci milioni i connazionali che soffrono di malattie parodontali dopo i trenta anni di età e in molti sottovalutano i rischi crescenti con il passare del tempo. Con l’invecchiamento, infatti, una parodontite trascurata accelera la perdita della gengiva aderente all’osso alveolare, a causa sia dell’allontanamento gengivale sia del fisiologico allungamento dei denti.

Se trattata tempestivamente, la parodontite può essere bloccata con efficacia, salvando i denti che, al contrario, con un intervento tardivo andranno probabilmente persi, rendendo necessario  sostituirli con impianti o protesi. La malattia parodontale può attaccare anche l’osso e obbligare, ove possibile, alla sua rigenerazione.

La carie

La carie è invece una malattia dei tessuti duri del dente, che parte dalla superficie e arriva fino alla polpa dentale. E’ tipica dell’età pediatrica, anche a causa dell’alimentazione ricca di zuccheri, tanto che si stima che colpisca il 60-90% dei bambini. Può ovviamente colpire anche gli adulti, soprattutto quelli meno attenti all’igiene orale.

 

Il trattamento conservativo della carie

Con l’odontoiatria conservativa, sempre con un intervento tempestivo, è possibile rimuovere la carie dentale, più o meno profonda. Il sintomo principale è il dolore, che compare, però, soltanto quando il processo è sceso molto in profondità, interessando l’organo pulpare, cosa che spesso, purtroppo, in una bocca non controllata periodicamente fa ritardare il trattamento conservativo. Durante il trattamento si procede all’asportazione del tessuto infetto sostituendolo con materiale adatto allo scopo.

Presso lo Studio Dentistico della Dott.ssa Marzia Gallavotti, all’interno del Poliambulatorio Specialistico di Sesto San Giovanni (MI), è possibile trattare con successo tutti i tipi di parodontiti e carie.

Tags:
, ,